2 febbraio 2017

TUTTO PUÒ SUCCEDERE

Così cantano e suonano i Negramaro che tanto mi piacciono... "passa così tutta da qui la vita che non torna più se… non sei più tu a viverla così e come piace a te vivila senza più paure finché sei qui e tutto può succedere..."

Io di paura ne ho; credo il giusto o non so.
In due mesi dovrò studiare come ventanni fa e "competere" per potermi tenere il lavoro... che senza, non mi posso proprio immaginare (più).
Mi viene da pensare che stiamo facendo così bene che la sorte non può girarsi contro.

Penso anche che chissà quali altre sfide possono arrivare.

La prima, per esempio, è mamma in ospedale; lei che ha per anni vissuto il cancro di  babbo; vissuto gli alcolisti e aperto casa sua per aiutare a tutte le ore del giorno e oltre; che ha accudito sempre, mascherando stanchezza e dolori; lei che ha spesso rotto le palle perchè al telefono si risponde sempre e sempre c'è tempo per tutti; lei che Titti aveva a farle compagnia e pure Titti ha assistito fino alla fine...
Ora lei andrà in ospedale e lei si farà accudire; a 44 anni, credetemi, non riesco a immaginare come tutto questo potrà essere.

foto LC

Credo che andrà bene ma sono anche certa che sarà difficile; il tutto, insieme e il tutto, nuovo.
Perchè non posso mica essere vacillante davanti a sti sei nipoti che piangono di paura per la nonna che senza-di-lei-non-si-vive... e non posso neanche abbandonare il lavoro e abbandonare lo studio e il concorso.

Quello che è al fondo del tragitto di questi mesi lo immagino, quello che è il punto di partenza lo vedo; quanto sta nel mezzo mi è totalmente oscuro e imprevedibile.



1 commento:

  1. Vi siamo vicini ❤ Farai il TFA per il sostegno ? Un grande abbraccio.

    RispondiElimina