28 agosto 2013

VIA PONCHIELLI 56

Nuovamente qui... 
Siamo ancora disorientati, tutti... I più sofferenti io e Franci.
Sempre molto difficile da spiegare; bello tornare a casa, sì, nelle nostre quattro mura, gli amici, gli affetti e le nostre manie.
Ma qui la vita è diversa; io la trovo più faticosa, e non per la differenza tra vacanza e lavoro, no... 
Credo sia una mia limitazione. 
Torino è una città bellissima! Ma siamo troppi, sì, siamo troppi... e spesso neanche così simpatici!
E poi ci sono troppi rumori e troppe parole.
Intendiamoci: ci abituiamo, sempre... 
Ci siamo nati, qui.
Però non preoccupatevi quando vi dico, dopo un mese di colline marchigiane, che non ho voglia di "tornare"... Angela si stupisce sempre per questa difficoltà.
La città, così come è organizzata, la nostra città, non è adatta ad accogliere famiglie con tanti bambini.
Già una metro funzionale per non usare l'auto sarebbe un miracolo.
Per non parlare di marciapiedi senza merda... e di sani rapporti di vicinato.

Le nostre vacanze sono corse via velocemente; ancora non sappiamo che lavoro farà Danilo quest'anno... e quindi non sappiamo come ci organizzeremo (orari miei di lavoro, attività varie e tempi da trascorrere insieme).
Ho, come ogni anno, tanti progetti e idee per i prossimi mesi. Vorrei che i miei turulli non venissero tritati dagli orari di scuola e che, nonostante le lunghe giornate fuori casa, si riesca a mantenere l'intimità esercitata in queste settimane.
Inutile negarlo... il fatto di non avere che qualche minuto al giorno (se va bene) da dedicare singolarmente a ognuno di loro, mi fa sentire in colpa...

La prima mattina in cui mi sono svegliata a casa a Torino, ho scritto su fb: "Meglio vedere le stelle e il cielo che solo tetti e antenne...". 
Pochi giorni dopo mi è arrivata una mail con questa immagine e poche, bellissime, parole.
Ve le giro... per me sono di grande benessere :)


"Ciao Loretta
Guarda le foto e vedrai anche le stelle"










4 commenti:

  1. Vedrai che passerà.
    Capisco che quando è tutto ancora incerto sia difficile rientrare sereni però sono certa che i tuoi turulli non si sentono affatto trascurati, neppure durante l'anno!
    Torino è bella, sì, ma i suoi difetti a viverci li ha, me ne sono accorta da studentessa universitaria, posso solo immaginare da mamma di più figli.

    RispondiElimina
  2. E' l'effetto vacanze finite e forse ancor di più estate finita...l'autunno e' terra di progetti ancor più del nuovo anno.

    RispondiElimina
  3. bentornata sul blog! ci sono mancate le tue parole, i tuoi racconti.. tutti abbiamo paura dell'inizio-caos-organizzazione-cacche perterra-scuola-lavoro-orari!! portiamoci dentro l'estate tutto l'anno, ricordiamoci almeno una volta al giorno un'immagine felice, una parola, una canzone. non lasciamo che la città e tutto il resto ci fagociti. restiamo vicini ai nostri cari, stretti stretti e fermiamoci ogni tanto..
    bentornati!
    giovanna

    RispondiElimina
  4. grazie a tutte... la vostra costanza nel leggere mi entusiasma sempre molto :)vi voglio bene

    RispondiElimina