24 luglio 2013

PAROLE PER L'ESTATE

"Mi butto, mi getto tra le braccia del vento, con le mani ci faccio una vela 
e tutti i sensi li sento 
più accesi più vivi, 
come se fosse un'antenna sul tetto che riceve segnali da un mondo perfetto. 
(RIT) 
Sento il mare dentro a una conchiglia, 
Estate, 
l'eternità è un battito di ciglia. 
Sento il mare dentro a una conchiglia, 
Estate, 
l'eternità è un battito di ciglia. 

Faccio file di files 
e poi le archivio nel disco per ripartire 
non li riaprirò mai, 
il passato è passato 
nel bene e nel male. 
Come un castello di sale 
costruito sulla riva del mare, 
niente resta per sempre nel tempo 
uguale"


Questo è un pezzo della canzone "Estate" di Jovanotti...
Il solito titolo, le solite parole... Ascoltatela e immaginatela, come fosse una foto.
Mi è venuta davanti agli occhi l'altro giorno e non riesco a togliermela dalla testa. 
Vedo "noi" a braccia aperte e occhi chiusi... che annusiamo a pieni polmoni e tocchiamo il vento... 
Entrambe le faccende, si intende, non sono da fare in città, che già di asma ne abbiamo da regalare agli altri.
Ma non le trovate bellissime queste parole? 
L'abbiamo ascoltata alla radio, in auto, mentre si andava al mare.


Dopo poco, arriva Ale con una conchiglia in mano, la avvicina al viso di Davide e gli dice: "Ascolta, si sente il rumore del mare".






22 luglio 2013

EMANCIPAZIONE

"L'emancipazione, nel senso più esteso del termine, si riferisce a tutte quelle azioni che permettono a una persona o a un gruppo di persone di accedere a uno stato di autonomia..." dice http://it.wikipedia.org



Ho scritto più di 420 post in questo blog... e perché adesso mi sono fermata? 
Non saprei... pigrizia, egoismo, aridità... vai a sapere.
Giro in rete e mi perdo nel guardare su Fb le foto delle vacanze dei miei amici; è buffo perché ci sono così tante differenze in quella vetrina che spesso mi viene da ridere; si passa da qualche frase del papa a qualche strana barzelletta...
Le foto però, quelle, sono sempre belle... Mi piace tantissimo vedere cosa fanno e dove vanno e cosa desiderano raccontare gli altri.
Io sto bene; i turulli stanno bene...
Davide e Alessandro sono perle rare ma sono bambini faticosi, soprattutto se sono insieme. 
E spesso mi dimentico di inventare occasioni e modi per rasserenarli; mi limito a incazzarmi. 
Chiara e Franci sono di grande compagnia e allegria.
Siamo nelle Marche e fortunatamente l'aria profuma e (di sera) è fresca.
Danilo è a Torino; ci raggiunge tra qualche giorno.
L'altra sera siamo andati alla Festa della Sangria, a Belvedere. Io e i quattro turulli... Io, unico adulto, intendo dire...
Certo; non fosse stato un posto che conosco, non avessi avuto la certezza di trovare persone che conosco non so se l'avrei fatto...
Ci siamo divertiti tantissimo; Franci ha ballato e ancheggiato latino-americano sino alle 23.30; gli altri a volte saltellato, a volte guardato a bocca aperta.
Ieri siamo andati in paese a piedi... e per le colline e anche in bici...
Insomma; passi da gigante. Non facile, certo, ma istruttivo.
Chi a grandi passi, chi lentamente, qui si cresce... insieme.
Io, dal canto mio, ho superato la paura del viaggio che, dopo la rottura della macchina piccola, mi aveva congelata. Certo, adesso si è rotta la lancetta del gasolio nella macchina grande... ma almeno non sono in mezzo al niente... :)
Qui stiamo bene. 
Ora è il tempo delle coccole e del gioco. Ora è vacanza.
Arriverà, spero, un momento in cui andremo anche altrove; lo auguro ai bimbi, soprattutto. 
Ma qui noi stiamo bene; e non possiamo farne a meno.





12 luglio 2013

COLLANE E VETRINI




Ultime creazioni...
Per Marco A. che chiede cosa sono: collane e/o ciondoli... il  mio relax e godimento...
Che ne dite?
Il filo rosso si chiude alla base, tipo alamaro, come dice Federica...

CI SIAMO...

Questa settimana è stata molto faticosa...
Ho abbandonato tutti per preservare me stessa e occuparmi di uno stato forte di ansia.
Capisco ora perché il mio dottore ha detto che gli antidepressivi non si interrompono in estate... meglio ancora, gli antidepressivi non si interrompono quando rischi di ammazzarti in auto ma senza avere un incidente.
Il tormentone da sei giorni... La nostra autovettura piccola. Una Hyundai I10...
Immatricolata a novembre 2009, con appena 18.900 chilometri. 
Si è putrefatto il motore... Da buttare.
Un gran fumo e si ferma; in tangenziale, in salita, in curva. In auto Danilo e un altro ragazzo...
Ma su quell'auto, normalmente, ci siamo io e i turulli...
Sino ad ora abbiamo speso 150 + 50 + 200 euro per portarla dalla tangenziale alla Viva di Corso Rosselli (centro di assistenza autorizzato) e da qui al nostro meccanico...
Tranne quest'ultimo, se ne sono tutti lavati le mani... "Ci spiace, non possiamo farci nulla".
Trascuro annotazioni sui diritti, sul rispetto del consumatore, sul valore del lavoro, sull'etica ecc...

Non so come ci organizzeremo a settembre... senza l'auto per accompagnare i ragazzi a scuola... e senza l'auto per sfrecciare nelle viuzze di Torino cercando di non accumulare troppo ritardo.

Io sto bene. Ieri sera ci siamo guardati negli occhi e siamo contenti di stare insieme... Io e Danilo... siamo contenti di stare insieme... Il tempo passa velocemente, anche troppo forse...

I turulli sono la bellezza della vita e non mi stanco di incazzarmi con loro ma anche di mangiarmeli di gioia.
Qui si cambia... a grandi falcate...
Francesco e tutti noi con lui, sta entrando nella vita comunitaria dell'oratorio... le modalità le stesse di quando ero più giovane...
Un luogo rassicurante dove stare bene; Don Marco ha nella comunità dell'oratorio, sotto la sua tutela, un gruppetto di ragazzini mussulmani... un luogo dove ci si può sentire in sintonia.

2 luglio 2013

VETRINI FORATI




carissimi...
con piacere vi mostro questi tre lavori...
potreste gentilmente dirmi che ne pensate?

Grazie!
a presto