27 giugno 2013

CV... MAGARI EUROPEO

Qui, dove lavoro, in questo laboratorio, erogazione Certificazioni ACA in corso...
E mi pongo le stesse domande dei mesi scorsi, ai tempi del concorso per docenti.
Ho deciso di non partecipare... fino all'altro giorno cercavo di mettere una riga dopo l'altra sul CV... importantissimo! 
A chi serve e per cosa, una striminzita righetta con Laurea al Poli di Torino, lavorando e facendo volontariato mentre si studia.
Ma è sinonimo di nulla... corri corri corri; somma esperienze e aggiornamenti.
A poche settimane dai 41, mi domando quando viene il tempo per usare le pagine del CV... così, per saperlo dire un giorno ai miei figli :)
Certo, diventare una supermamma non rientra nei dati da inserire; semmai, dove viviamo noi, questo è fattore da nascondere...
Quanto in realtà mi interessa ancora? 
Me lo domando tutte le volte che accanto a me alcuni colleghi si preoccupano di insegnarmi che l'aspetto caratteriale defilato e timoroso è un deficit...
Mi domando, in realtà, se e quanto sia fondamentale essere (tutti) rigorosamente impostati, anche dal punto di vista della performance. 
Forse mi prendo in giro... ma a me sembra che non mi interessi (più) un granché; vorrei avere qualche soldo extra per i miei figli ma questo non ha nulla a che vedere con il lavoro e le capacità... (!).
Per il resto, ragazzi, abbiate pazienza: sto facendo delle crostate buonissime, la pizza così così e dell'ottimo pane. 
E mi sento per questo enormemente gasata!

25 giugno 2013

VOGLIA DI FESTA

...e di stare insieme.
Inizio a sentire l'esigenza di fermare la testa e di riposare, inizio ad avere voglia di bagni al mare.
Festeggiare e stare insieme e dormire e stare all'aria aperta (anche se casa, la nostra casa, mi manca sempre molto).
In realtà, il bello dei bambini è che sono gli esseri più creativi al mondo e a me la loro vicinanza riempie di vita e stimola la testa.
L'ultimo giorno di scuola di Franci avevamo voglia di cose belle e di festa...
Andare a mangiare fuori (cosa che chiedono spessissimo) non si può... quasi mai...
E così, dopo aver proposto una frittata (al posto del Kebap!), ho iniziato a saltellare... Idea!
All'inizio ho pensato che i turulli fossero gasati nel vedermi sfornellare così divertita.... E invece no...
Non ci crederete (non ci credevamo neanche noi).
Erano felicissimi di avere un piatto così arredato; una valanga di applausi e di sorrisi. Festa più che riuscita :)


19 giugno 2013

ESAMI... LA MATURA

Siamo qui.
Stefano sta scrivendo il tema della sua maturità...leggo le tracce e mi domando quale avrà scelto.
Io sto bene.
A volte sono molto stanca e per nulla al mondo mi alzerei dal letto; ci sono episodi di vita comunitaria (esempio: le faccende condominiali) che mi fanno star male per la rabbia. 
Ma cerco di sorpassare con la fantasia... per esempio: forerò talmente tanti vetrini da vendere così tante collane bellissime e con i tanti proventi comprerò un box auto per lo Scudo otto posti. 
A volte funziona per stare meglio...
Ieri ho ritirato la pagella di Franci. Ha avuto 10 di musica, 9 di informatica e 8 di tutto il resto...
A pensarci bene mi sembra un traguardo fantastico! 
Come ho più volte detto, i cambiamenti che tutti abbiamo attraversato sono grandi...
Sono contenta che le maestre, come me, siano andate allo Sportello d'ascolto per un confronto con la psicologa... Ci siamo tutti messi in discussione...
I tre turulli sono gelosi e mettono alla prova, quotidianamente, la nostra pazienza. 
Sono grandiosi! 
Ale adesso è in gita, hanno portato a casa dei lavori bellissimi e sono orgogliosi di quello che fanno.
Mi spiace non dedicare a loro più tempo... ne avrebbero bisogno.
Sarò sempre in debito nei loro confronti...
Io, dal mio canto, sto valutando la chiusura di questo blog...
Non so perché... mi sembra di trascurarlo troppo... di leggere poco ciò che scrivono gli altri...
Anche se poi, quando mi accadono belle cose, istintivamente penso di venire qui e scrivere.
Ora devo chiudere... Ciao!



6 giugno 2013

GIOCHI INTELLIGENTI

foto Loretta Campomaggi
Questo che vedete è uno degli ultimi giochi arrivato a casa nostra. Comprato per pochissimi soldini, ci ha appassionato tutti, grandi e piccoli. Senza batterie, senza corrente elettrica, ci aiuta a ragionare sul movimento. Si può fare in mille modi; e possiamo far  volare e spostare di tutto...
Provate :)
Ho cercato in rete e ne ho trovati alcuni bellissimi.
Guardate.

http://www.mecwilly.it/kit-di-montaggio/

http://mondoludus.blogspot.it/2013/02/costruiamo-la-macchinina-reazione.html

http://www.clementoni.it/it/prodotto/art-attack-veicoli-attack/

http://suegiuperlapianura.blogspot.it/2011/09/compleanno-di-simpatica-canaglia-prima.html

http://supermamma.mammacheblog.com/2012/08/30/automobile-a-propulsione-aerea/



3 giugno 2013

CALMA E CONCENTRAZIONE


Che fatica!
Giornate estremamente difficili...
Ci lamentiamo della pioggia... Un incubo per cervicale e nervo sciatico però... che belle penniche si fanno quando piove :)
In questo momento sono circondata da ragazzini assai sciocchi... a dire il vero, forse è più sciocca la loro insegnante che corregge i compiti in classe durante le ore di lezione, lasciando una intera classe (e che classe) a se stessa...
Non devo commettere neanche un piccolo errore; perché altrimenti dimentico qualche figlio da qualche parte o faccio saltare qualche spettacolo di fine anno.
In più, mi devo ricordare anche gli omaggi floreali che mi spettano in quanto rappresentante di classe (uscente, mai più...). 
Sono le dieci della mattina e due mamme mi hanno già chiesto a che ora è la rappresentazione teatrale di oggi pomeriggio... Sono molto carine e anche simpatiche... Faticoso però... Non lo hanno segnato o non si ricordano, non lo so. 
Insomma, sono una agenda ambulante, una certezza, una che va dritta senza vacillare... 
Invece sono stanca e anche con la bronchite. Resisto con due moment o simili al giorno...
Per la gestione della giornata di oggi ho dovuto:
- chiedere un'auto in prestito perché c'è sciopero dei bus
- chiedere al direttore della scuola dell'infanzia autorizzazione a fare uscire prima Davide e Chiara per poter andare a vedere lo spettacolo alla scuola elementare
- concordare con Marina, la mamma di una amichetta di Ale, gli orari. Lo hanno invitato a casa loro e lo prenderanno alle 13. Lascio nell'armadietto calze antiscivolo e alzatina per l'auto. Tornerò a riprenderlo a casa loro non appena libera dallo spettacolo
- preparare il libro della biblioteca che Chiara deve restituire
- preparare l'occorrente per lo spettacolo di Franci e metterlo nello zaino
- concordare con la mia fioraia di fiducia, Stefania, lo scambio dei fiori da regalare allo spettacolo (li lascia al bar).
Così, sono arrivata a lavorare alle ore 7.28 in punto. Mi sono ricordata la macchina foto e la telecamera e anche il mio pranzo... perché dei panini non ne posso più. 
Uscirò alle ore 15.00; ho preso un'ora di permesso. Andrò a prendere Chiara e Davide alle 15.30 e insieme passeremo a ritirare le piante di girasole; ho portato con me una merenda perché uscendo prima la salteranno e saranno affamati.
Insieme, andiamo a godere dell'attività teatrale di Francesco; e spero che nessuno mi rompa le scatole perché voglio proprio fare benzina e rigenerarmi con l'entusiasmo suo per questo percorso...
Forse inizieranno a darmi i soldi per il regalo di fine anno alle maestre... col fiato corto aspetterò la comparsa di Danilo.
Mentre ricoprirò di baci Fra e gestirò la gelosia furiosa di Davide, prenderò le scarpe per arrampicata (che ho messo stamattina in auto) e se Franci vorrà andare, mezza famiglia sarà con lui e l'altra mezza andrà a predere Ale.

Ora, se riesco, faccio un paio di telefonate per capire cosa devo fare per la festa di Chiara di domani.
Poi cerco di staccare la spina e di pensare al lavoro... giusto giusto quel poco che serve per non perdere del tutto la faccia... 
Vi ringrazio dell'attenzione e soprattutto vi ringrazio per avermi permesso di ripetere ad altra voce :)