5 aprile 2013

FEDERICO - il venerdì del libro


Eccomi.
Non avevo programmato la partecipazione ma da ieri sera non riesco a trattenermi :)
Lo conoscerete sicuramente... i libri di Lionni sono unici.
Vi parlo di Federico, un regalo che Anna e Stefano hanno fatto a Chiara per il suo compleanno.
Lo abbiamo (ri)letto ieri sera, con i turulli piccoli.
In rete ho trovato questa recensione che sintetizza benissimo il fascino di questa storia di topini: 
"Si potrebbe considerare questa favola, estremamente delicata, una sorta di "rilettura" e reinterpretazione della più famosa La Cicala e la Formica nel senso di un'apertura mentale, di abbattimento di rigidi schemi e dell'esigenza di arricchire la vita di poesia. Lionni in questa favola crea un momento di magia: consigliato principalmente agli adulti!" (http://www.lafeltrinelli.it/products/9788883621208/Federico/Leo_Lionni.html)

Insomma, diciamocelo chiaramente: è questo un periodo in cui sono sensibile al tema del "lavorare"... 
Penso, ovviamente, alla scuola elementare... 
Federico lavora in un "altro modo" rispetto ai suoi compagni; e si scorrono le righe del libro aspettando il momento in cui tutti gli faranno "un mazzo così"; anziché fare provviste in senso classico, lui raccoglie raggi del sole e guarda i colori e immagazzina parole...
Ognuno fa la sua parte; e, in chiusura, a Federico arriveranno i ringraziamenti per aver collaborato a modo suo a superare il gelido inverno.

5 commenti:

  1. E' vero: i libri di Leo Lionni sono unici. Non abbiamo questo libro, non si possono comprare tutti i libri belli purtroppo, ma lo abbiamo letto in biblioteca e preso in prestito :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che a volte mi perdo su amazon allestendo un carrello che poi, ovviamente, non va mai a buon fine?? scegliere libri per bambini è bellissimo... hai perfettamente ragione, non si può... e forse non è neanche giusto. Usare la biblio ha a mio avviso molti significati :) a presto

      Elimina
  2. A chi lo dici, anche io ne comprerei molti di più, sia per me che mio figlio. Per fotuna esistono le biblioteche!

    RispondiElimina
  3. Non sai che bella sorpresa leggere questo post! Proprio in queste settimane all'asilo di Marghe lo stanno leggendo e lei arriva tutta trionfante a casa cantando una canzoncina che -pare- fa così: "io non lavoro e lo sai perchè? raccolgo i caldi raggi del sole dentro me!"
    Mi fa intenerire da matti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quanto mi piacerebbe sentirvela cantare! :) grazie! ... a presto

      Elimina