28 gennaio 2013

FACCIAMO I CONTI

Per caso Francesco ha ritrovato in casa dei vecchi dadi.
Io credo piacciano a tutti i bambini; lui ama rigirarli nelle mani da quando era piccino...
Così la scorsa settimana abbiamo colto l'occasione, per così dire, e ci siamo concessi un giretto da Tiger, un luogo che per me è sempre rallegrante.
Siamo tornati a casa con questi dadi molto molto bellini, dai colori allegri e invitanti.




Un pochino con me, un pochino con il babbo ma soprattutto con Chiara, Francesco ha ripassato matematica!
Un tiro a testa con due dadi, si somma il punteggio, nelle colonne si scrivono i numeri e si mette il segno maggiore e minore.
A lato il computo di chi accumula più punti e vince la partita...
Francesco si è gasato ed entusiasmato; io ho avuto ulteriori conferme (quelle di Danilo non bastano...) in merito alla sua testa.... e sono partita in quarta su attività - creatività - nuovi modi ecc... queste robe che ciclicamente rigenerano il mio entusiasmo e mi spingono ad andare avanti.

1 commento:

  1. Imparare è un gioco da ragazzi, altro che star seduti ore e ore su scomodissime sedie ad ascoltare... Evviva.

    RispondiElimina