6 novembre 2012

RACCOGLIERE


Raccogliere, nella nostra famiglia, è vitale come respirare. 
Chi ci conosce lo sa... non può che essere così: sia io sia Danilo, ancora prima di conoscerci, avevamo le nostre manie... Figuriamoci cosa non è successo stando insieme :)

I nostri turulli fanno la stessa cosa, con sfumature e attenzione e determinazione differenti...
Franci da tempo ormai raccatta di tutto, o perlomeno ci prova... Stiamo cercando di svezzarli nel giusto modo, considerando che in città, parlo per la nostra... per strada si trovano spesso cacche enormi, siringhe imboscate e bottiglie rotte.
Certo sono cresciuti... ma riuscite a immaginare il fascino di una vecchia chiave abbandonata vicino ai bidoni dell'immondizia? Trovarla è una delle gioie più grandi.
Adottiamo delle regole:
- ciò che si vede a terra si comunica a mamma e/o papi
- a volte si può raccogliere ma solo dopo autorizzazione esplicita (non immaginata)
- si lava tutto, sempre tutto... un goccio di amuchina non fa male...
Durante la scorsa estate più volte ho proposto ai bimbi di organizzare una spedizione con guanti monouso e sacchetto personale... Abbiamo preferito aspettare il trasferimento in terra marchigiana e le passeggiate nelle campagne degli zii.
Vi voglio segnalare queste righe che ho trovato in rete proprio mentre cercavo testi e riflessioni sul godimento dei bambini nel raccogliere.
Leggete, se potete, e fate un giretto nel sito.



"I bambini, grazie alla loro ancor piccola statura, sono molto vicini alla terra. La superficie che calpestiamo è lì a portata di mano e talmente vicina che cattura inevitabilmente la loro attenzione.
E proprio lì, per terra, tutto è estremamente interessante. Ce lo dimostrano ogni giorno, raccogliendo sassolini, foglie, rametti, granelli di terra e ci insegnano che quegli oggetti trovati sono preziosi a tal punto da conservarli in una tasca o portarli all’interno in sezione o a casa.
(...)
Il tema del raccogliere porta con sé tanti aspetti e sfumature interessanti. Raccogliere è un modo per raccontare: tutti i giorni cerchiamo attraverso immagini, frasi, parole di raccogliere le esperienze per raccontare (...); raccogliere significa condividere, mostrando qualcosa che si è scelto perché lo si ritiene importante;(...) raccogliere è un gesto che può essere abbinato anche alla capacità di osservare particolari, affinando lo sguardo; raccogliere può voler dire anche dare senso e valore anche a ciò che ha apparentemente poca importanza…" (da http://www.ilcavallinoadondolo.it/riflessioni-e-percorsi/se-ci-mettiamo-idel-latte-diventa-una-colazione-vera)
Sotto, una parte della famiglia che raccoglie castagne: non avete idea della gratificazione, del divertimento e del gioco di squadra che abbiamo messo in atto.







2 commenti:

  1. Anche le nostre si sono appassionate alla raccolta delle castagne! un mese fa ne abbiamo portato a casa 10 kg!!!
    E poi..la soddisfazione di mangiare la marmellata......
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cavolo, che brava! la marmellata, un sogno :) a dire il vero... io adoro le castagne; i primi anni in cui stavamo assieme danilo mi corteggiava a suon di marron... franci adora raccogliere ma alla fine non ne vuole mai! davide invece le divora... le abbiamo spazzolate in tre riprese :))

      Elimina