31 agosto 2012

Non farti sorprendere dai pidocchi:Paranix Prevent

Articolo sponsorizzato

NON FARTI SORPRENDERE DAI PIDOCCHI:PARANIX PREVENT

 

 

Non so bene perché, ma ho sempre pensato che i pidocchi si prendono in inverno.

E ho scoperto di non essere la sola!

L’esperienza devastante dello scorso autunno mi ha fatto aprire gli occhietti!

Appena rientrati alla scuola dell’infanzia, bam! Il botto! Pidocchi prima della fine della settimana. E non eravamo neanche approdati alla giornata di scuola completa…

Sapete quando sono definitivamente scomparsi da quella classe? A Marzo! Un incubo… Anche perché, nel mio immaginario, pediculosi per quattro teste di bambini equivale a panico - terrore – assenza prolungata dal lavoro – notti insonni – cuscini – spazzole – pettinini – capelli a zero…

Io e i pidocchi abbiamo un rapporto complesso smiley

Quando Stefano, che tra pochi giorni compie 18 anni, era piccolo, io non ero molto più grande di lui… Sto scherzando… Ma non del tutto; non avendo figli miei e non avendo esperienza di bambini in comunità, nulla sapevo di pidocchi, pruriti, contagio ecc…

Serata di cartoni insieme sul divano e viaggio in autostrada sino a quando, sua mamma, fortunatamente, si è accorta che anche le ciglia erano invase.

Continuavo a dire: “Non grattarti, non grattarti, dai, che ti irriti la testa!”. Poveretto, era invaso.

Li aveva presi in piscina o ai giardini.

Ve lo racconto perché leggendo le righe sul sito Paranix mi è ritornato in mente l’episodio e una risatina per la mia imbranataggine me la sono fatta.

“A scuola, in palestra, ai giardinetti: nella vita di un bambino le occasioni di socializzazione sono infinite ed è proprio attraverso il contatto fisico che un pidocchio può passare da una testa all'altra”.

Considerando che attorno al tema “pidocchi” le persone riescono a volte a essere cattivelle, razziste e ignoranti, ho deciso di leggere in rete e di fare una corretta prevenzione. A settembre, esattamente il 12, si parte con la scuola elementare e l’esperienza dell’anno passato non la voglio neanche vedere da lontano.

Dal sito Paranix ho avuto molti spunti e così ho sperimentato per voi il Paranix Prevent.

Andate a leggere in rete e, se volete, fatemi sapere se condividete.

 

Quando si gestisce una vita con quattro bambini piccoli, alcuni requisiti sono indispensabili: nessuna salopette perché ci si impiega troppo tempo per andare in bagno, felpe solo con zip, crema solare solo da spruzzare… La praticità senza rinunciare alla qualità è al primo posto.

Primo motivo per cui mi è piaciuto il flaconcino del Paranix Prevent: lozione spray no gas, come si legge sulla scatola.

Non avendo bisogno né di preparazione né di risciacquo e considerando che si spruzza sul capello asciutto, possiamo anche noi “famiglia numerosa” usarlo senza svegliarci tre ore prima o prendendo ore di permesso sul lavoro. Un po’ come lavarsi i denti, tutte le mattine, dalla scorsa settimana e per qualche giorno, il Paranix ci protegge creando, cito: “un ambiente sfavorevole all’infestazione. Riveste il capello con una pellicola protettiva che riduce l’adesività delle eventuali lendini. Nutre e ammorbidisce i capelli facilitando la pettinabilità.”
Il secondo motivo per cui “I like!” è immediato… senza insetticidi.

Non siamo omeopati e non ci affidiamo a medici omeopati; ammetto però che facciamo largo uso di rimedi naturali. Soprattutto grazie agli insegnamenti della mia amica Marina e alle letture fatte in questi anni, quando si può, preferiamo l’utilizzo di prodotti omeopatici.

E il Paranix Prevent agisce grazie alle proprietà di estratti vegetali come il Neem Oil, Frazione Purificata di Tea Tree Oil e Thymus Vulgari in esso contenuti.

Globalmente, la nostra esperienza, sino ad oggi, è più che positiva…

Vi consiglio un giro nel sito ufficiale e vi saluto con il “simpatico” Ludwig…

Dimenticavo: il Paranix Prevent ha un profumo buonissimo!

 

 



 

1 commento:

  1. ho "studiato" i pidocchi per lavoro e ho scoperto che intanto ci vuole un contatto di almeno 30 secondi testa-testa perchè il pidocchio si trasferisca. i pidocchi non saltano e fuori dal "caldo" hanno vita breve. alla scuola elementare le occasioni testa-testa sono minime(no cuscini, no lotta sui tappeti, ognuno il suo banco); è buona abitudine controllare più volte la testa dei bambini nella settimana, lendine non vuol dire ancora bestia che gira e il trattamento fatto subito ammazza tutto... e poi insegnare ai bambini a dire subito se la testa prude! coraggio, un giro l'abbiamo fatto tutti, ma alla fine si sopravvive..certo con quattro è dura, ma la prevenzione fa molto!!
    ps. anche l'olio di tea tree puro messe qualche goccia sulla nuca e tempie un pò previene, detto da una dottoressa con tre figli!! ed è naturale, non irrita..provato!
    giovanna

    RispondiElimina