1 giugno 2012

METTI UN SABATO AL MERCATO

Metti che il babbo è a Bologna per lavoro; e mettici anche che siamo fuori casa e le abitudini vengono a mancare... e metti anche che il nostro fornitore ufficiale di mele è troppo lontano per rifornirci... e non c'è più frutta nella dispensa.
Occorre trovare una alternativa che permetta di fare scorta ma anche di passare qualche momento di relax.
Un giretto in un nuovo mercato rionale partito con un variegato di capricci e lamentele, si è trasformato in una bellissima passeggiata alla scoperta di luoghi nuovi.
Incredibile, tutto grazie alla mela.
Pensavo le avrebbero sprecate e invece... Un morsetto di qui e un morsetto di la... le hanno spolpate, nel vero senso della parola; hanno mangiato anche il torsolo (scartato i semi!).
Così, dal mercato, lasciata l'auto a nonna, passeggiata alla cascina Giaione, perlustrazione alla sala di lettura di via Balla dove è venuto Franci con la scuola (Le Masche) per vedere se c'è ingresso libero, giardini su via Guido Reni, rientro a casa di nonna.
L'orgoglio di Franci nel mostrarmi ingresso, finestre, strada ecc... non ve lo so neanche lontanamente descrivere... Come non vi so descrivere il mio, nel vedere quattro figli mangiare con così tanta gioia una mela intera!





1 commento:

  1. Infatti, mai visto uno dei miei figli mangiare più di uno spicchio di mela.
    Chissà mai che quest'estate riesca ad andare in ferie e provare l'esperienza anch'io.

    RispondiElimina