28 giugno 2012

CON UN POCO DI ZUCCHERO... AL CENTRO COMMERCIALE

Caldo è caldo! E poi se uno ha poche ferie ed è senza casa non è che può dire ai figli: qualche giorno ancora di pazienza e si preparano le valigie...
Ennno, ragazzi miei.
Noi, prima di fare bagagli, dobbiamo: 
- finire i lavori in casa
- comprare i materassi per far dormire i turulli
- comprare una lavatrice
- raccogliere tutte le cose portate da nonna 
- pulire la casa
- traslocare !!!
- capire dove sono le valigie :)
Non mi è mai piaciuto portare i bambini a fare la spesa; non sopporto i "mi prendi questo?" che si sentono ogni attimo.
Così, da sempre, sostengo che "i miei" non lo faranno...
In parte è vero, in parte no...
Devono imparare a girare in un supermercato e devono anche imparare a rinunciare, se è il caso, o a scegliere, se è possibile.
Così, anche se un briciolo il concetto mi fa ribrezzo, decido che una modalità per passare il tempo insieme è visitando centri commerciali... 
Non semplici supermercati, no; veri e propri centri. A parte che l'aria condizionata, a piccole dosi, fa tornare il buon umore.
Trovo piacevole avere a che fare con una serie di "cose di architettura moderna (!)".
Mi piace che abbiamo la possibilità di imparare più linguaggi possibili; così, a parte l'ironia che scuserete, trovo interessante che visitino luoghi "strani" come quello delle immagini (Parco Dora - Ipercoop).
Ascensori vetrati, scale mobili, rampe, specchi, colori e movimenti. 
Tutto legato da una nuova modalità di muoversi e di orientarsi in una piazza.
Il loro modo di interagire mi da ragione... nonostante al supermercato non si sia preso neanche un giochino piccolo piccolo...






2 commenti:

  1. Di solito, quando li porto all'ipercoop, spesso per fuggire dall'afa, esco sempre con un libro, uno per ciascun bimbo.
    E' più forte di me.
    E per i gemelli libri identici ovviamente (che spreco di soldi), non sia mai che si comprano due cose diverse...

    RispondiElimina
  2. i libri... ma anche le macchinine, sì, sono le cose più quotate :) mai uguali però... tanto se devono mordersi o giocare insieme lo fanno in entrambe i casi... (credo:)))
    baci

    RispondiElimina