3 febbraio 2012

PUPAZZO DI NEVE

"Il primo ritratto di un pupazzo di neve si trova in un Libro delle Ore del 1380, custodito in una biblioteca dell'Aia"
"In inglese il termine pupazzo di neve (snowman, che significa letteralmente uomo di neve) viene utilizzato per indicare l'abominevole uomo delle nevi: lo yeti." (http://it.wikipedia.org/wiki/Pupazzo_di_neve)

Ecco la proposta per il tempo insieme di questo fine settimana.
Mezza Italia è sotto la neve... tutti a fare pupazzi!
Non è facile come sembra! Come prima cosa perché se voi (=adulti) vi state divertendo, certo è che almeno uno dei minori si lamenta (cacca - pipì - freddo- sonostanco...); se questo non accade, allora state certi che "casualmente" uno dei vostri figli finirà sopra la vostra scultura, distruggendola irrimediabilmente.
Ho cercato in rete suggerimenti e tecniche ed esperienze sulla costruzione dei pupazzi; ho trovato infiniti articoli ma pochi che parlano di neve: ricette, segnaposto, decorazioni, disegni, unghie decorate per il natale, pupazzi fatti con materiale di riciclo, di stoffa, di carta, di legno, con i tappi.
Moolti divertenti... e graziosi e indice del fatto che neve non ne vediamo più molta negli ultimi anni...
Peccato. Godiamoci dunque questa.

Vi segnalo qualche link, tra cui una ricetta carina.
Se le basse temperature o l'assenza di neve o qualche malanno vi impediscono di uscire, consolatevi con qualche antipasto...
dal sito
Tralascio i link ai tanti disegni da colorare (la neve non è bianca?).
Voglio invece, augurandovi un buon fine settimana bianco, invitarvi a leggere ad alta voce (io lo farò) "Il pupazzo di neve" di Andersen.
Ciao.

Nessun commento:

Posta un commento