29 gennaio 2012

TOCCARE IL CIELO CON UN DITO

Tre giorni di assenza dal lavoro per forte gastrite e vomito annesso; una cura che ha dato immediatamente grandi benefici e, di conseguenza, ora mi dimentico di seguire…
Lunedì mattina si torna.
Il lunedì mattina tocca a me: colazione, vestizione, faccia, denti, auto, sacchi, scuola, grembiule, pantofole, baci… tanti baci e un abbraccio forte. Via in macchina, di corsa. Alle 8.40 devo timbrare in via Ponchielli, dopo aver attraversato centro e ztl e caos di inizio settimana.
Da sabato nevica; poca ma incessante. Strade percorribili ma non comodissime, ovviamente.
Dunque ho passato tutto il pomeriggio a immaginare le cadute nel pantano per la fretta, i sacchi bagnati a terra, il ritardo da recuperare a lavorare, la fatica di guidare nel traffico e nella neve. Prendere il bus? Arrivo almeno un’ora più tardi…
Dalla finestra, per tutta la giornata, grandi fiocchi di neve; che voglia di uscire a spasso anche dopo la pennica… Però, dovendo andare a scuola, noi tutti, occorre andare a dormire presto e rispettare orari e preparativi.
Sito del Comune scrive: ore 14.00, per ora nessuna previsione di ordinanza chiusura scuole.
Io e Danilo ci guardiamo… Magari!
Ore 19.30; Tg regionale. 
Lungo servizio su Scalfaro (emozionante; il tono di questo post è molto più leggero però…); e poi la giornalista lascia cadere con distrazione queste frasi: “Ora la situazione maltempo; domani a x, y, z e in tutta Torino, scuole di ogni ordine e grado c-h-i-u-s-e!!!
AAAAA……… noi “grandi” iniziamo a saltare dalla gioia. Evviva! Notiziona… Domani non vado a lavorare, non “devo” andare a lavorare, mi dicono “loro” che non vado.
E possiamo alzarci con calma, guardare nel lettone al caldo un cartone insieme, fare una lenta e abbondante colazione, andare come stamattina a giocare fuori. Poi nel pomeriggio chissà, magari riusciamo a finire di montare il Meccano che è arrivato a Natale da Anna e Stefano.
Domani invitiamo e coinvolgiamo. Stefano, Luvi e Giovanna, magari anche Tiziano, Alice e Gaia? Sono così contenta che mi attaccherei al telefono per organizzare una festona ai giardinetti, sotto la neve!
Mando un sms anche alla mamme di Gloria e Leo?
Che bello; ma che gioia ma che bellezza!

Condivido con voi le foto scattate oggi in auto, tornando da casa di nonna Maria, subito dopo pranzo.

foto Loretta Campomaggi

foto Loretta Campomaggi

foto Loretta Campomaggi

Nessun commento:

Posta un commento