3 novembre 2011

PLURALITÀ E SCUOLA DELL'INFANZIA


foto Loretta Campomaggi
Come dire...
i nostri bimbi sono grandi!
Anche se molto spesso fanno i monelli e ci fanno disperare, la scuola materna è avviata e siamo entrati a regime. Questo, ai miei occhi, è il segnale che la svolta è iniziata.
Trovo che l'ambiente e le maestre e il cambiamento di default modifichino positivamente i bimbi.
La separazione tra Davide, Alessandro e Chiara ha, per ora, portato buoni frutti; si apprezzano e si cercano maggiormente e, soprattutto, hanno imparato a manifestare l'affetto reciproco.
Sono abituata a lamentarmi spesso e a guardare con frequenza il bicchiere mezzo vuoto; per ora voglio "farmi" e "farci" i complimenti.
Nelle rispettive classi dove lasciamo i nostri turulli, ci sono maestre dai modi e dalle abitudini differenti tra loro.
Nonostante questo, tutte molto professionali e anche assai generose con noi (di attenzioni, premure, rassicurazioni), ci confermano che i nostri figli stanno bene e che si comportano bene; sono affettuosi, sereni, mangiano bene e volentieri, si riposano senza difficoltà.
Proprio questa diversità nel metodo adottato nelle classi inizialmente mi agitava molto e mi creava disagio e ansia; ci sentiamo, ovvio, più vicini a certe modalità rispetto ad altre.
Invece, a oggi, sono molto contenta anche perchè consapevole che proprio questa diversità delle maestre è una ricchezza per la nostra famiglia.

2 commenti:

  1. Io ci sto ancora pensando. Li devo iscrivere a gennaio e ancora non ho deciso.
    Un giorno dico: assolutamente classi separate, ancora non parlano, sono molto indietro, e sono in totale simbiosi, non socializzano.
    Il giorno dopo: no, troppo traumatico, non lo supererebbero mai, li metto insieme, poi vediamo alle elementari.
    Eccomi, l'incertezza fatta persona.

    RispondiElimina
  2. Io ho cambiato idea mille volte; posso dirti? se puoi, fatti anche consigliare da "altri": qualcuno che li vede e frequenta oltre a voi di famiglia... noi abbiamo sempre un punto di vista diciamo particolare. E poi... decidete la settimana prima dell'iscrizione e non pensarci. alla fine io ho fatto così, era l'unico modo, la valutazione più aggiornata (cambiano rapidamente)e non più modificabile. L'ansia in qualsiasi caso in parte resta:)pesno a tutte le righe scritte in merito e certo facile non è. abbracci

    RispondiElimina