15 novembre 2011

PAUSA E MARE D'INVERNO

foto Loretta Campomaggi
Cosa ve ne pare? A me emoziona molto vedere luoghi cambiare faccia in base alla stagione.
Passeggiare al mare con la sciarpa al collo, senza scorgere anima viva, nello stesso posto in cui settimane prima si stava in fila indiana per la ressa, mi fa star bene!
Devo fermarmi qualche giorno; anche se Rosalba, al lavoro, mi dice che è contenta di ritrovare la Loretta “di una volta” (ndr = quella della vita precedente), così, con questi ritmi, non reggo per molto.
Mi sto ricaricando molto a scuola, è vero, perché seguo attività che mi interessano, mi gratificano più di altro, mi permettono di imparare.
Però c’è un limite! Personale e professionale. Primo: ogni giorno l’urgenza di ieri è meno urgente di quella di oggi, perché invecchia. Evabbè: su questo ormai ci rido perché grossomodo per molti di noi è così. Si cerca di portare avanti tutto, senza trascurare.
Quello che mi ruga parecchio è che tutti coloro che mi chiedono “cose” pensano, con evidenza, di essere gli unici e quindi di poter pretendere un esito quasi immediato.
Quando spiego che “occorre tempo” (all’università Momi mi chiamava schiacciasassi per i ritmi di lavoro che tenevo-tengo abitualmente), il disappunto prende il sopravvento!...
Perciò corro come una matta per far stare tutto (e altro) nelle mie ore di lavoro ma quasi mai arriva un grazie!
Sì, mi devo fermare! Ho voglia di stare con gli altri. Devo:
-         vedere le mie amiche per sapere come stanno
-         insomma, avere il tempo per parlare con amici-adulti di cose serie: salute, figli, disagi, casini di vario genere
-         pensare alla casa da ristrutturare (tre giorni addietro l’incubo peggiore: in quattro “devo fare la cacca” contemporaneamente)
-         pensare alle letterine a Babbo Natale
-         depilarmi
-         fare le “prove” di vestiti di un tempo (potrò ricominciare con le gonne, giuro, senza tacchi?)
-         organizzare la festa di compleanno per Franci
-         fare biscotti
-         andare a farmi massaggiare
-         andare a fare i colpi di sole
-         trovare la logopedia
-         invitare amici piccoli e/o grandi = avere il tempo per aprire casa
-         ……….
-         ……….
-         ……….
Rileggo… bene, sì! Sono tutte cose belle e importanti.

Nessun commento:

Posta un commento