12 ottobre 2011

ESSERE GEMELLI

Non avere il tempo per scrivere pensieri in questo contenitore mi rattrista... perchè mi fa sentire sospesa, in attesa di qualcosa, distratta.
Voglio quindi dedicare qualche minuto a me stessa...
In questi anni io non ho mai capito, anzi, no, ho capito ma mai "sentito" cosa sia sto legame stretto tra gemelli.
Con l'inserimento alla materna questa unione si è resa più evidente.
La scuola dei turulli sta andando bene.
I bimbi continuano a essere solari; le maestre sono molto brave e a me appaiono disponibili più di quanto non dovrebbero per "contratto".
Davide, Alessandro e Chiara durante le prime giornate hanno dovuto subire il distacco da noi e quello tra di loro.
Il valore di alcune cose si comprende solo quando queste non le hai più.
Così iniziano a cercarsi tra di loro; Davide che chiede di poter stare con Ale (avete letto bene, Davide... il bimbetto che ha usato i suoi primi dentini per mordere il fratello e non per masticare...).
Chiara da più di una settimana ha iniziato a dormire al pomeriggio.
Quando vado a prenderla la prima cosa che mi chiede è se possiamo andare da Davide e Alessandro (che sono altrove perchè inizieranno la nanna domani).
Nonostante tutti e tre adorino Franci e ritengano un privilegio stare accanto a lui, soprattutto a scuola, lo escludono da questo cerchio... e questa è una faccenda evidente.
Evidente e a tratti sconfortante... Ma le risorse da mettere in gioco sono tante; e si va avanti, un passo e un cambiamento dopo l'altro.

foto Loretta Campomaggi


Nessun commento:

Posta un commento