12 febbraio 2011

LA STORIA DELLA SERA

foto di Loretta Campomaggi
Nei giorni passati abbiamo parlato della nostra storia preferita: il Gruffalò.
Oggi voglio raccontarvi il nostro comune momento lettura della sera.
Negli ultimi mesi abbiamo affrontato il problema dello "scavalco" del lettino. 
I nostri gemelli hanno sempre dormito nella stessa stanza.
Durante le vacanze natalizie Davide, Ale e Chiara hanno fatto una scoperta per loro molto eccitante: con un minimo sforzo si può passare oltre la sbarra del lettino e andare a giocare nei letti degli altri o con la biancheria nei cassetti.
Insomma, insieme sono una forza! Se decidono di fare gruppo e conquistano anche Francesco possono arrivare in capo al mondo (o quasi!)
Con qualche morso, pizzicotto, tirata di capelli, abbraccio, contusione di vario genere, è possibile fare le ore piccole.
Per provare a interrompere questo meccanismo bello per i momenti di festa ma poco opportuno quando serve molta nanna, abbiamo introdotto il momento della lettura. Un successone!
I bimbi ascoltano e non, certamente si rilassano. A rotazione un bimbo per volta, e solo uno, legge la storia con la mamma, seduti insieme a terra.
Poi, dopo la storia, ognuno sceglie un libro, piccolo, con molti disegni e ci si saluta per la notte.
Dopo poco si sono addormentati, abbracciati al loro libricino.
L'importanza della lettura per i bambini è intuibile anche per i non addetti ai lavori come me... ampliare la conoscenza, l'immaginario, i vocaboli.
foto di Loretta Campomaggi
Semplicemente, come dice Benigni: "Non è che le fiabe dicono ai bambini che esistono i draghi, no! I bambini che esistono i draghi lo sanno già da soli. Le fiabe dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti!". Il che non mi sembra poco.
Nella nostra famiglia, dove manca spesso il tempo da dedicare singolarmente a ognuno dei nostri figli, il rito della lettura serale è divenuto un momento piacevolissimo di godimento comune: a me piace che si appassionino così alla lettura e all'ascolto della voce narrante, a loro piace sentire e ascoltare di strani personaggi e avere mamma o papà che dedicano in modo incondizionato questo spazio a loro.

E voi, avete dei riti legati alla lettura, curiosi e interessanti, da condividere? Mi piacerebbe molto conoscerne altri, magari legati ad altri luoghi o momenti della giornata.

Nessun commento:

Posta un commento