21 febbraio 2011

FARE CANESTRO! INVENTARE GIOCATTOLI

Tante cose insieme in questo post!
1) I bambini e la capacità di giocare senza giocattoli (fonte illimitata per la creatività degli adulti)
2) Riciclare oggetto rotti (arricchimento non solo economico)
3) Compattezza del bagaglio (immaginate la vacanza al mare con quattro figli e due passeggini doppi al seguito…)

Vi propongo il nostro canestro estivo. Sarà che Stefano, il suo fratellone, gioca a basket, sarà che ci giocava anche papà (che poi tutto parte da lì), sarà il film cartone Space Jam che abbiamo fatto girare almeno 300 volte… a Francesco piace “tirare a canestro”.
Fortunatamente non ci vuole molto per divertirsi e quindi noi lo stimoliamo: ai giardini, mentre si riordina, durante una scampagnata, si trova sempre qualcosa dentro cui tirare.
Al secondo giorno di spiaggia abbiamo forato il primo salvagente con la mutanda che usavano per il  bagno o Davide, o Alessandro, o Chiara.
In acqua senza il secondo anello non galleggia! (abbiamo provato)
E così lo abbiamo appeso alla ringhiera della casa al mare ed è diventato il canestro delle giornate di pioggia o dei pomeriggi di relax.
Dopo due settimane si è rotto anche il secondo salvagente; e lo abbiamo trasformato quindi nel canestro gonfiabile da viaggio.

Nessun commento:

Posta un commento